• Consulenza & Assistenza

    (+39) 0833913338

  • calcola

Mutuo

Cos'è un mutuo?
Il Mutuo è un contratto specifico, e, in quanto tale, definito da una norma del Codice Civile (art 1813 c.c.). che dispone: “il mutuo è il contratto col quale una parte (mutuante) consegna all'altra (mutuatario) una determinata quantità di danaro o di altre cose fungibili, e l'altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e qualità.”


Chi può ottenere un mutuo?
Il finanziamento può essere concesso solo a persone fisiche dotate di capacità giuridica, di età minima di 18 anni alla data di presentazione della domanda ed età massima fino a 85 anni al termine dell’ammortamento del finanziamento. Siano cittadini italiani, comunitari o extracomunitari, questi ultimi residenti in Italia da almeno 2 anni e in possesso di permesso, ovvero, carta di soggiorno.
Non devono essere rilevati protesti e/o informazioni pregiudizievoli negative sui soggetti coinvolti nell’operazione (mutuatari, fideiussori, terzi datori d’ipoteca).


Quale è l'importo massimo che può essere richiesto?
L’importo massimo finanziabile è del 95% del valore di mercato del bene immobile oggetto dell'ipoteca.


Quanto può essere la durata massima di un mutuo?
Un mutuo può durare fino a 85 anni.


Quali sono le tipologie di mutuo disponibili?
Mutui per Acquisto, Mutui per acquisto + ristrutturazione a tranches, Mutui per ristrutturazione a tranches, Mutui di sostituzione di altro mutuo, Mutui di sostituzione di altro mutuo + ristrutturazione a tranches, Mutui per investimento, Mutui di liquidità.


Come posso richiedere il mutuo attraverso il preventivatore veloce?
Basta accedere all’area Form del sito Mutuo e compilare la guida.

Che cos'è il mutuo Chirografario?

Il mutuo chirografario, a differenza dei mutui ipotecari,non deve essere assistito dalla garanzia immobiliare. Le finalità di un mutuo chirografario possono essere svariate ma, nella quasi totalità, si tratta di una tipologia di finanziamento a medio lungo termine per l'acquisto di beni rivolti all'impresa o per le individuali esigenze (in quest' ultimo caso il mutuo chirografario è meglio identificato come prestito personale). Al mutuo chirografario si ricorre usualmente quando il debito da contrarre risulta di media entità (mediamente sino a Euro 30.000). Come per i mutui ipotecari, nel caso del mutuo chirografario, il debitore-contraente restituirà quanto ricevuto tramite il pagamento periodico di rate comprensive di capitale e interessi (a seconda del piano di ammortamento stabilito contrattualmente), il tasso praticato potrà essere: fisso, variabile, indicizzato o misto. Il mutuo chirografario, a differenza del mutuo ipotecario,pur non dovendo essere assistito dalla garanzia ipotecaria, richiede altri tipi di garanzie (fideiussorie, cambiarie, pegno su titoli ecc.). E' bene sottolineare che, sotto il profilo dei costi, il mutuo chirografario presenta sicuramente dei costi iniziali più contenuti. Infatti esso viene concesso a tassi d'interesse generalmente più alti rispetto a quelli relativi ad un mutuo ipotecario.

Articoli correlati