• Consulenza & Assistenza

    (+39) 0833913338

  • calcola

Sofferenze ancora in crescita, mutui +92,1% e tassi ai minimi dal 2010

 

Crescono ancora le sofferenze, che sfondano quota 200 mld. Ma torna a crescere la raccolta e si registrano segnali positivi anche sul fronte dei prestiti: nei primi nove mesi dell'anno +16,2% per le imprese, +92,1% per i mutui per l'acquisto di casa. E', in sintesi, il quadro che emerge dal Bollettino mensile dell'Abi.

Sofferenze. Cresce ancora la rischiosità dei prestiti in Italia, a seguito del perdurare della crisi e dei suoi effetti. Le sofferenze lorde sono risultate a settembre 2015 pari a 200,4 mld, dai 198,5 mld di agosto 2015. E' quanto emerge dal bollettino mensile dell'Abi.

 Prestiti. Segnali positivi per le nuove erogazioni di prestiti bancari. Sulla base di un campione rappresentativo di banche (78 banche che rappresentano circa l’80% del mercato) i finanziamenti alle imprese hanno segnato nei primi nove mesi del 2015 un incremento di circa il +16,2% sul corrispondente periodo dell’anno precedente (gennaio-settembre 2014).

 Mutui. Per le nuove erogazioni di mutui per l’acquisto di immobili, sempre nello stesso periodo, si è registrato un incremento annuo del +92,1% rispetto al medesimo arco temporale dello scorso anno. L’incidenza delle surroghe sul totale dei nuovi finanziamenti è pari, nei primi 9 mesi del 2015, a circa il 30%.

Fonte: AdKronos - Leggi la notizia

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati