• Consulenza & Assistenza

    (+39) 0833913338

  • calcola

Prosegue il trend di decisa crescita del mercato dei mutui immobiliari, sia nella componente dei mutui d'acquisto (+21,3%) sia soprattutto in quella delle surroghe (+780.6%). In lieve miglioramento la qualità del credito, sia per i mutui sia per il credito al consumo, che registrano flussi a doppia cifra (+13,6%), sostenuti dai finanziamenti finalizzati all’acquisto di auto e moto e da quelli veicolati via carte rateali/opzione.

Sono le evidenze che emergono dalla trentanovesima edizione dell'Osservatorio sul credito al dettaglio realizzato da Assofin, Crif e Prometeia, che sottolinea come «nel 2015 il mercato del credito alle famiglie ha confermato i segnali di ripresa già registrati nella parte finale del 2014». L'aumento del reddito disponibile, la ripresa del mercato immobiliare e i bassi tassi di interesse applicati «hanno infatti contribuito alla ripresa della domanda di credito, mentre gli interventi di politica monetaria della Bce hanno sostenuto l'offerta».

«Le previsioni indicano che per il biennio 2016-2017 il credito alle famiglie – dice l’Osservatorio – continuerà a crescere grazie al miglioramento delle condizioni economico-finanziarie delle famiglie, che potrebbe favorire l'acquisto di beni durevoli e gli investimenti immobiliari in parte rimandati durante gli ultimi anni».

Le politiche di offerta «potranno diventare più favorevoli, anche se rimarranno comunque attente al rischio e continueranno ad essere condizionate dalla mole di nuova regolamentazione e dall'incertezza che ad essa spesso si accompagna».

I finanziamenti per la casa


Per quel che riguarda i mutui, in particolare, le erogazioni nei primi 9 mesi del 2015 proseguono la crescita marcata iniziata lo scorso anno: «La componente dei mutui per acquisto di abitazioni, che costituisce la parte più consistente delle nuove erogazioni, fa registrare un incremento a doppia cifra (+21,3% rispetto allo stesso periodo del 2014), confermando il crescente sostegno del credito alle compravendite immobiliari».

È tuttavia la componente degli “altri mutui” a mostrare la crescita più elevata (+187,1%), per effetto dell'impennata delle surroghe (+780,6%). I mutui di surroga, che continuano a essere molto convenienti per i bassi livelli dei tassi applicati sulle nuove operazioni, arrivano a rappresentare oltre un quarto dei volumi complessivamente erogati nei primi nove mesi del 2015.

Fonte: Il sole 24 ore | Leggi la notizia


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati