• Consulenza & Assistenza

    (+39) 0833913338

  • calcola

Mutui, niente bollo per giovani coppie e famiglie numerose o con disabili

Niente registro, bollo e altre imposte indirette per i mutui ipotecari concessi dalle banche, per l’acquisto dell’abitazione principale e per i lavori di ristrutturazione, alle giovani coppie e alle famiglie numerose o con disabili. Una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate precisa che il regime fiscale di favore previsto da un decreto del 2003 relativo ai contratti di finanziamento stipulati tra la Cassa depositi e prestiti e le banche intermediarie è applicabile anche ai mutui conclusi tra queste ultime e i beneficiari finali del prestito.

L'agevolazione prevede una particolare procedura di erogazione di finanziamenti alle banche da parte della Cdp, volta a favorire l’accesso al credito, per l’acquisto dell’abitazione principale o per interventi di ristrutturazione, da parte di categorie di soggetti meritevoli di tutela, quali le giovani coppie, le famiglie numerose o i nuclei familiari con disabili. Per questa tipologia di finanziamenti è prevista l’esenzione dalle imposte di registro e di bollo e da ogni altra imposta indiretta.

Il documento di prassi ha precisato che il regime di esenzione deve trovare applicazione in relazione al complessivo rapporto di finanziamento e, dunque, sia con riferimento al finanziamento principale intercorrente tra la Cdp e la banca intermediaria, che con riferimento alla successiva erogazione delle somme ai mutuatari. La banca svolge, infatti, una funzione strumentale volta a consentire che la provvista messa a disposizione dalla Cassa per l’accesso al credito da parte dei soggetti meritevoli individuati dalla norma venga effettivamente destinata a tale finalità.

Fonte: ADNKronos


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati